La verità sul latte

— Un estratto dal libro “La salute è il primo passo verso il successo”

LA VERITA’ SUL LATTE
th

L’industria casearia ogni anno spende milioni di dollari in pubblicità per convincerci che i suoi prodotti sono indispensabili per il nostro benessere. Questo continuo lavaggio del cervello ci porta a fare le scelte sbagliate: affidandoci completamente a queste notizie, finiamo per non sentire la necessità di valutare anche altre fonti. L’ipnosi è talmente forte che quando le persone sentono che la maggior parte dei problemi e malattie sono causate dal latte rimangono di sasso.

Ci hanno convinto che il latte è un cibo completo e che per crescere sani, belli e forti dobbiamo consumarne grandi quantità. La verità è che l’unico latte utile all’organismo è quello materno. Il Dr. Benjamin Spock, padre della moderna pediatria, affermò che: Fino a due anni i bambini dovrebbero essere alimentati con latte materno, in seguito dimenticate ogni tipo di latte! Il latte di una madre sana è batteriologicamente puro e sempre fresco. Al contrario, il latte della grande distribuzione viene sottoposto a trattamenti di pastorizzazione finalizzati a distruggere gli organismi nocivi… trattamenti che tuttavia finiscono per neutralizzare anche le vitamine e i nutrienti!

La frase “bevi latte che è pieno di calcio e ti rinforza le ossa” è una delle più comunemente usate anche da esperti e medici. Vero: il latte è ricco di calcio, ma quanto di questo calcio viene poi assimilato dall’organismo? Prima di rispondere a questa domanda bisogna precisare gli effetti che lo stesso latte ha sull’organismo. Una volta ingerito, il latte tende a stimolare la produzione di muco, elemento che intasa gli intestini. Con il tempo il muco in eccesso si indurisce e forma uno strato solido che non permette alle sostanze nutritive di essere assorbite con regolarità.

Il Dr. Kurt J. Isselbacher, della Harvard Medical School, scrive: Esami condotti su più di 25 mila campioni di sangue mostrano che gli adulti che fanno uso di latte non assorbono le sostanze nutritive come quelli che non ne fanno uso. Il latte forma una membrana di mucosa all’interno dell’intestino, che inibisce l’assorbimento e l’assimilazione.

Anche il Dr. William Ellis, ex presidente dell’Accademia Americana di Osteopatia Applicata, dopo essersi dedicato allo studio dei latticini per oltre quarant’anni anni ha concluso che: Le migliaia di esami del sangue eseguite dimostrano che le persone che bevono 3 o 4 bicchieri di latte al giorno hanno la più bassa concentrazione di calcio nel sangue. E infatti, nei paesi con il maggior consumo di latte e derivati, si riscontra un’alta percentuale di casi di osteoporosi. Alla base di questa tendenza c’è un processo chiamato lisciviazione del calcio: se il sangue viene acidificato dalle proteine, il corpo, per mantenere il sangue alcalino, preleva il bicarbonato di calcio dalle ossa utilizzandolo come tampone. Siccome il latte, oltre che di calcio, è ricco di proteine, ecco che la sua assunzione determina la lisciviazione del calcio e, di conseguenza, l’indebolimento delle ossa.

“Non c’è ragione per cui dobbiate bere latte di mucca in nessuna fase della vostra vita, perché è fatto per i vitelli, non per gli esseri umani, e dovremmo smettere tutti di berlo fin da oggi” Dr. Frank Osky

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...