L’ Argento colloidale

ARGENTO COLLOIDALE: UN POTENTE ANTIBIOTICO A LARGO SPETTRO
Manuale d’applicazione: link

  • LA RISCOPERTA DELL’ARGENTO COLLOIDALE.

Prima dell’avvento degli antibiotici nel 1938 l’argento colloidale era considerato come uno dei fondamentali trattamenti per le infezioni. E’ stato provato essere efficace contro più di 650 differenti malattie infettive, a confronto degli antibiotici chimici che FORSE lo sono contro una mezza dozzina.

  • GLI USI DELL’ ARGENTO COLLOIDALE PRIMA DEL 1938.

La seguente è una lista parziale di alcuni usi documentati dell’uso dell’argento, particolarmente nella forma colloidale per il trattamento di varie malattie e agenti patogeni.

Acne, artrite, ustioni, avvelenamento del sangue, cancro, candida albicans, colera, congiuntivite, cistite, difterite, diabete, dissenteria, eczema, fibrosi, gastrite, herpes, herpes zoster (fuoco di S.Antonio), impetigine, infiammazione della cistifellea, infezioni da lieviti, infezioni oftalmiche, infezioni dell’orecchio, infezioni alla prostata, infezioni da streptococchi, influenza, problemi intestinali, lebbra, leucorrea, lupus, malaria, meningite, morbo di Lyme (borelliosi), pertosse, piede d’atleta, polmonite, pleurite, reumatismi, riniti, salmonellosi, scarlattina, seborrea, setticemia, tumori della pelle, verruche, sifilide, tubercolosi, tossiemia, tonsillite, tracoma, ulcere.

Il ritorno dell’argento in medicina risale ai primi anni ’70. Il dott. Carl Moyer, presidente del Washington Department of Surgery, ricevette un contributo per sviluppare migliori trattamenti per le vittime di ustioni. Il dott. Margraf, biochimico, lavorò con il dott. Moyer e altri chirurghi per trovare un antisettico abbastanza forte ma anche sicuro da usare su ampie parti del corpo. Il risultato dei loro sforzi fu quello di trovare centinaia di nuovi utilizzi medici per l’argento. Quella colloidale è l’unica forma di argento che può essere usata con sicurezza come integratore. E’ assorbito nei tessuti lentamente così da non causare irritazioni, diversamente dal nitrato di argento, che, data la sua azione tossica, reagisce violentemente con i tessuti del corpo. Le particelle colloidali si diffondono gradualmente attraverso il sangue fornendo un’azione terapeutica prolungata nel tempo. Molte forme di batteri, funghi e virus utilizzano un’enzima specifico per il loro metabolismo. L’argento agisce come catalizzatore disabilitando l’enzima. I microrganismi in questo modo soffocano. Per le forme di vita primitive come i microrganismi, l’argento è tossico come i più potenti disinfettanti chimici. Non c’è alcun organismo nocivo che possa vivere in presenza di anche minuscole tracce di semplice argento metallico. Secondo tests di laboratorio, batteri distruttivi, virus e funghi sono eliminati nel giro di pochi minuti di contatto. Il dott. Larry C. Ford del Department of Obstetric and Gynecology, UCLA School of Medicine, USA, in una lettera datata 1 novembre 1988 scrive che le soluzioni di argento hanno proprietà battericida e fungicida per la Candida Albicans e la Candida Globata. Il dott. E.M. Crooks ha dichiarato che l’argento colloidale elimina organismi patogeni in tre o quattro minuti di contatto. Infatti non c’è microbo conosciuto che non sia ucciso dall’argento colloidale in sei minuti o meno e senza produrre effetti secondari. L’argento colloidale è efficace contro parassiti, infezioni, influenza, e fermentazione. E’ senza gusto, senza odore e non tossico. E’ efficace ai pasti come aiuto alla digestione in quanto impedisce la fermentazione dei cibi nell’intestino. Non macchia la pelle, diversamente da alcuni preparati farmaceutici a base di argento che lo fanno in maniera notevole. Il dott. L. Keene (John Hopkins University) ha affermato che dal punto di vista terapeutico, solo i metalli colloidali presentano la necessaria omogeneità, le dimensioni delle particelle, la purezza e la stabilità per un grande risultato terapeutico. Uno degli indicatori critici della qualità dell’argento colloidale è il colore. Come le particelle aumentano di dimensione, il colore della sospensione diventa da giallo a marrone poi da rosso a grigio e quindi a nero. La forma ideale è quella con senza colore oppure un leggera tendenza al giallo. Il suo utilizzo fu interrotto a causa del costo di produzione che nei primi del ‘900 era molto alto. La disponibilità della penicillina e quindi dei moderni e più economici antibiotici ne causarono il temporaneo abbandono. Oggi, con i moderni processi di produzione, il costo è notevolmente sceso e quindi molte persone potranno permettersi questo meraviglioso prodotto. Jim Powel scrisse nella rivista Science Digest (marzo 1978) un articolo intitolato “Il nostro più potente germicida”. ” Grazie a illuminate ricerche, l’argento sta emergendo come una meraviglia della moderna medicina. Un antibiotico può eliminare FORSE una mezza dozzina di organismi nocivi, mentre l’argento ne uccide circa 650. Non si sviluppa resistenza. Inoltre l’argento e praticamente non tossico”. Uno dei pionieri della ricerca sull’argento, il dott. Harry Magat di St. Louis (USA) ha dichiarato: ” L’argento è il miglior germicida di ampio spettro che possediamo.” Prima del 1938 l’argento colloidale era somministrato proprio come oggi lo sono le moderne medicine. Era iniettato sia per via endovena che intramuscolare, usato come gargarismo per malattie della gola, come lavaggi o irrigazioni, preso oralmente e applicato esternamente anche su tessuti sensibili e come gocce per gli occhi.

  • FORNITO DALLA NATURA.

L’argento si trova naturalmente nel terreno come minerale-traccia ed è uno degli elementi essenziali richiesti dalle piante, dagli animali e dall’uomo. Una volta lo ottenevamo naturalmente da terreni organici per mezzo della frutta, delle verdure, noci, grano e legumi. Oggi, la maggior parte delle piante cresce su terreni impoveriti e fertilizzati chimicamente, molti dei minerali importanti come ferro, zinco, rame, magnesio e cromo e minerali-traccia come l’argento non sono più disponibili per la nostra alimentazione. Il dott. Gary Smith, un ricercatore, ha indicato che l’argento può essere collegato con l’appropriato funzionamento delle naturali difese del corpo e che le persone con un insufficiente apporto di argento nella dieta possono essere predisposte alle malattie.
Tests medici non hanno trovato effetti collaterali dall’uso di argento colloidale prodotto in modo appropriato e non si sono registrate interazioni o interferenze con altri medicinali. Studi di laboratorio hanno stabilito che il vero argento colloidale ha un effetto trascurabile sulla flora batterica, mentre è fortemente efficace contro le infezioni e per eliminare vari microbi, virus, funghi, ecc.

  • USATO DALLA NASA.

L’ente aerospaziale americano, NASA, ha ricercato 23 differenti metodi per purificare l’acqua e ha scelto un sistema a base di argento per i suoi space shuttle. Non solo la NASA, ma più di metà delle compagnie aeree mondiali usano filtri all’argento per l’acqua al fine di proteggere i passeggeri da malattie e da dissenteria. Anche i Russi nelle loro stazioni spaziali utilizzano filtri di argento negli impianti idrici. L’argento colloidale è insapore, inodore e non brucia su parti sensibili.
Può essere preso per via orale, messo su una garza o cerotto e applicato direttamente su tagli, graffi, ferite aperte, ustioni, porri e verruche o usato su acne, eczema e irritazioni della pelle.
Si possono fare gargarismi, mettere gocce negli occhi, per irrigazioni vaginali, anali, atomizzato o inalato dal naso o attraverso i polmoni.

  • LE ESPERIENZE DI ALCUNI MEDICI.

Il dottor Robert O. Becker, dalle sue ricerche e sperimentazioni sull’uso dell’argento in medicina, ha dedotto che la deficienza di argento nell’organismo è responsabile dell’improprio funzionamento del sistema immunitario e che l’argento è di beneficio non solo per combattere i microrganismi patogeni. Infatti può anche essere di aiuto nella maggiore stimolazione della ricrescita di tessuti danneggiati, per persone ustionate e persino i pazienti più anziani hanno notato un più rapido ristabilimento. Qualsiasi varietà di germi patogeni resistenti agli antibiotici sono eliminati dall’argento. Il dott. Bjorn Nordstrom, del Karolinska Institute, Svezia, ha utilizzato per molti anni l’argento quale trattamento per il cancro. Ha raccontato di aver guarito pazienti che erano stati abbandonati da altri medici perché considerati ormai incurabili. Il dott. Gary Smith, un medico ricercatore, sostiene che l’argento possa essere collegato al corretto funzionamento delle difese immunitarie del corpo.

SICURO ED EFFICACE, TUTTI I BATTERI, FUNGHI E VIRUS DANNOSI SONO DISTRUTTI ENTRO 6 MINUTI DI CONTATTO CON L’ARGENTO E NESSUN ORGANISMO PATOGENO PUÓ SOPRAVVIVERE IN PRESENZA ANCHE DI MINUSCOLE TRACCE DI ARGENTO.

Prima del 1938 l’argento colloidale era considerato uno dei fondamenti del trattamento antibiotico. Quando furono scoperti gli antibiotici l’uso dell’argento fu abbandonato

  • LE PIÚ IMPORTANTI QUALITÁ.

L’argento è efficace contro 650 fra germi, funghi e virus patogeni. Aiuta a ridurre le infiammazioni e favorisce la stimolazione della ricrescita dei tessuti danneggiati. È un rimedio per le infezioni
Favorisce un rapido risanamento.   Aiuta a rinforzare le naturali difese del corpo (quando preso giornalmente).
Non si conoscono effetti collaterali o tossicità.  Può essere preso sia internamente che per uso esterno.
Ricavato dall’ elemento minerale purissimo: l’argento (non contiene sostanze chimiche).

  • CARATTERISTICHE DINAMICHE.

Uno dei migliori e più sicuri antibatterici generali conosciuti. Sicuro nell’utilizzo, anche su bambini.
Non si sono registrate incompatibilità dell’uso con altri farmaci.  Senza odore né sapore, sicuro anche per l’uso negli occhi e orecchie.  L’organismo non sviluppa dipendenza o intolleranza.

  • UNICO AVVERTIMENTO:

Donne in gravidanza o persone allergiche ai minerali-traccia dovrebbero consultare un medico prima di assumere il prodotto.

  • USO SUGGERITO:

Per un miglior utilizzo, tenere 20 gocce sotto la lingua per circa un minuto, poi deglutire e quindi bere un bicchiere di acqua o succo di frutta. Ripetere anche 3 volte al giorno se necessario. Non si conoscono reazioni secondarie a somministrazioni notevolmente superiori a quelle consigliate (anche 100ml/giorno) . L’acqua può essere purificata aggiungendo mezzo cucchiaio da cucina ogni 3,5 litri, agitare bene e attendere 6 minuti prima di bere.

Tratto da http://www.naturmedica.com/argentocolloidale/intro.html

NOVITA SULL’ ARGENTO COLLOIDALE
(tratto da www.argentocolloidale.it)
L’ argento colloidale (proteinato o misto) presente sul mercato da una decina di anni, ha avuto un successo notevole con un uso generalizzato per persone e animali, come suffragato da numerose testimonianze spontanee di chi lo utilizza. Le vendite sono state incrementate dal solo passaparola, vista l’indifferenza dei canali ufficiali. L’argento si è imposto da solo in Italia e nel mondo.

EFFETTO BATTERIOSTATICO
Per effetto batteriostatico s’intende la capacità di inibire la riproduzione batterica e di conseguenza la prolificazione. Agisce su un ampissima gamma di germi: virus, batteri, muffe, funghi, parassiti e perfino su organismi monocellulari. L’innocuità per il nostro organismo è comprovata dal fatto che viene applicato in forma di qualche goccia negli occhi dei neonati prima ancora della recisione del cordone ombelicale.

NOVITA’ RIVOLUZIONARIA
L’argento colloidale ionico! Ottenuto elettrolisi, cioè dal passaggio della corrente in due elettrodi di argento purissimo (al 99,99%) che scinde in particelle ultra-fini che per differenza di polarità si respingono e restano in sospensione nell’acqua bi-distillata. Le particelle hanno una lunghezza media di 0,01-0,001 micrometri. La concentrazione delle parti d’argento si esprime i ppm, cioè parti per milione.

Esempio: 25 ppm significa che ci sono 25 mg d’argento in un litro d’acqua bi-distillata.
Cosa vuol dire colloidale, cos’è un colloide?
E’ composto da sostanze diverse fra loro
E’ composto da sostanze che si trovano in stati fisici diversi (Es.: solido e liquido)
Le fasi non sono solubili l’una nell’altra e non reagiscono chimicamente fra loro.

BENEFICI
l. L’argento colloidale ionico è enormemente più efficace di quello proteinato, quante volte più efficace? 10 volte… 100 volte… 157 volte!?

2. La dimensione ultra-fine delle particelle dà loro la possibilità di superare anche le barriere più impenetrabili del nostro corpo.

3. L’argento colloidale ionico si trova in commercio spesso ad una concentrazione di 5/8 ppm. Ma questo può risultare insufficiente a livello di efficacia. La concentrazione consigliata e più versatile è quella dei 25 ppm. Nei casi più ardui si può arrivare tranquillamente anche a 100 ppm.

4. E’ un prodotto assolutamente sicuro e prodotto con materie prime di alta qualità, al contrario di ciò che la disinformazione diffonde come notizia: la temuta Argiria non è mai comparsa a causa dell’uso di argento colloidale ionico. I pochi casi sono comparsi per l’uso di argento auto-prodotto con apparecchi fatti in casa (con la comparsa di sali d’argento), per un uso continuo per anni e anni ed a volte addirittura aggravato da una forte insufficienza renale.

Tratto dal libro: “Argento colloidale-Parassiti-Metalli tossici e inquinanti chimici” Edizione Ecosalute

ATTENZIONE: Nuove direttive ministerali costringono ora a non poter più consigliare l’assunzione via orale dell’argento colloidale come sino ad oggi si faceva e come, in effetti, viene tutt’ora fatto negli altri paesi.

L’ARGENTO COLLOIDALE

L’argento colloidale è conosciuto da molto tempo in ambito medico alternativo per le sue speciali proprietà. Già dai tempi dei Greci e dei Romani, le corti reali usavano banchettare con posate d’argento in recipienti dello stesso metallo, tanto che si diceva che il sangue nobile blu, derivasse dalle minute tracce del puro metallo che assimilavano regolarmente.

La ricerca biomedica ha dimostrato che nessun organismo conosciuto che causa malattie (batteri, virus e funghi) può vivere più di qualche minuto in presenza di una traccia, seppur minuscola, di argento metallico.

Un antibiotico, tanto per fare un esempio, uccide, forse, una mezza dozzina di differenti organismi patogeni, ma l’argento ne elimina circa 650. Inoltre i ceppi resistenti non riescono a svilupparsi quando viene usato l’argento, mentre per il nostro organismo è virtualmente atossico.

Il medico Larry C. Ford, del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia alla Scuola del Centro di Medicina delle Scienze per la Salute dell’Università californiana di Los Angeles, ha scritto “Le soluzioni d’argento sono antibatteriche per concentrazioni di 10 organismi per ml di Streptococcus pyogenes, Staphylococcus aureus, Neisseria genorrhoeae, Gardnerella, Vaginalis, Salmonella typhi e altri patogeni enterici, e funghicide per Candida albicans, Candida lobata.

Il ricercatore biomedico Robert O. Becker dell’Università di Syracuse ha scoperto che “l’argento stimola profondamente la guarigione della pelle e in altri tessuti soffici, in un modo diverso da ogni processo naturale conosciuto e uccide le più pericolose infezioni di tutti i tipi, inclusi i batteri e i funghi che ci circondano”. E conclude “Quello che abbiamo fatto in effetti, è stato di riscoprire il fatto che l’argento elimina i batteri, come si è saputo per secoli ….; quando furono scoperti gli antibiotici, venne smesso l’utilizzo clinico dell’argento come antibiotico.”

L’argento colloidale è senza sapore, senza odore e non irrita i tessuti sensibili. Può essere assunto oralmente, come pure collocato su una garza e applicato direttamente su tagli, abrasioni, piaghe aperte e verruche.

Segue una lista parziale di più di 650 patologie che sono state trattate con successo con l’argento colloidale:

       Acne ed antrace

       Appendicite

       Piede dell’atleta

       Scottature e bruciature

       Candida Albicans

       Congiuntiviti e infezioni Crypro pondium.

       Cistite

       Dermatite

       Diarrea

       Difterite

       Eczemi

       Emorroidi

       Fuoco di Sant’Antonio

       Gastriti

       Infezioni da Streptococco e Stafilococco

       Infezioni variamente localizzate

       Influenza

       Meningite

       Oftalmia

       Impetigine

       Psoriasi

       Piorrea

       Sangue avvelenato

       Salmonella

       Scarlattina

       Seborrea

       Polmonite

       Poliomielite

       Sifilide

       Tetano

       Ulcera

       Verruche

       Tosse convulsa

Si sono riscontrati anche dei risultati con le seguenti patologie:

       Diabete

       Cancro

       Sindrome di Affaticamento cronico

       Catarro

       Colite

E’ molto importante notare che, a differenza dell’antibiotico tradizionale, l’argento non indebolisce il sistema immunitario ma, al contrario, lo rinforza. Questi dati scientifici sono stati ottenuti negli USA e sono reperibili tramite motore di ricerca su innumerevoli siti Internet.

USO ESTERNO: applicare su verruche, herpes, psoriasi, acne, lesioni aperte come ulcere, e tutte le malattie cutanee. Ottimo anche per la disinfezione delle mani.

CHI USA L’ARGENTO COLLOIDALE?
I
n Canada, Svizzera ed USA i medici utilizzano vari tipi di argento per curare molteplici infezioni.
Negli USA l’argento è usato nella chirurgia delle ossa.
Naturopati e Omeopati usano l’Argento colloidale per il 70% degli ustionati gravi.
Anche nella Medicina Cinese, nell’Ayurveda e nell’omoepatia i terapeuti usano regolarmente l’argento nei loro trattamenti.
In Svizzera i biochimici stanno studiando la capacità dell’Argento di interrompere la replicazione delle cellule HIV (AIDS) nei vari stadi.
La NASA utilizza un sistema di purificazione dell’acqua con argento sugli space shuttle, la stessa cosa la fanno i russi.
Molte compagnie aeree utilizzano filtri d’acqua in argento per circoscrivere le infezioni batteriche.
L’argento viene utilizzato spesso nelle piscine al posto del cloro (che comunque si è dimostrato tossico!).
Aziende giapponesi usano l’Argento per rimuovere ossido cianidrico e nitrico dall’aria.

CARATTERISTICHE DINAMICHE
Uno dei migliori e più sicuri antibatterici generali conosciuti.
Sicuro nell’utilizzo, anche su bambini.
Non si sono registrate incompatibilità dell’uso con altri farmaci.
Senza odore né sapore, sicuro anche per l’uso negli occhi e orecchie.
L’organismo non sviluppa dipendenza o intolleranza.

testo tratto dal libro “Argento Colloidale – Parassiti – Metalli tossici e inquinantio chimici” Edizioni Ecosalute

Nota: Prodotti a base di argento ottenibili da diverse fonti nelle versioni farmaceutiche, nella versione uso topico, per uso veterinario e per igienizzazione domestiche.

 

2 thoughts on “L’ Argento colloidale

  1. ilaria ha detto:

    sono disperata ho bisogno di aiuto per capire la posologia e il tipo di somministrazione di argento colloidale 10ppm che posso fareal mio cane di 50 kg affetto da tumore qualcuno mi puo fornire delle informazioni in merito?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...